Una rete di giardini condivisi

Come nasce

Nel 2014 l’Assessorato ai Giovani, Politiche Giovanili, Creatività e Innovazione del Comune di Napoli invita i giovani della città a presentare proposte progettuali per candidarsi, come Capofila, al bando nazionale “Meetyoungcities: social innovation e partecipazione per i giovani dei comuni italiani”, promosso da ANCI, IFEL e ANG.

Il Progetto GardeNet, ideato da Simona Panaro e Federica Russillo dell’associazione Agritettura 2.0, è il primo progetto selezionato dal Comune di Napoli e nel 2016 viene ammesso a finanziamento dall’ANCI per avviare un processo di partecipazione e co-design rivolto ai giovani del Comune di Napoli quali attuatori e beneficiari di azioni i miglioramento delle aree verdi pubbliche.

GardeNet coinvolge come partner i Dipartimenti di Agraria e di Architettura dell’Università degli Studi di Napoli Federico II, l’Accademia di Belle Arti di Napoli, le associazioni Archintorno, Artèteca, AUSF, Friarielli Ribelli, Parco Sociale Ventaglieri e Punta Corsara.

Obiettivo

GardeNet mira a sperimentare un modello di giardino condiviso in tre quartieri della città di Napoli (Ponticelli, Scampia e Avvocata) a partire dalle esperienze esistenti e dai bisogni espressi dai cittadini. Attraverso l’attivazione di un Urban Living Lab, il Progetto sta costruendo una rete tematica tra pubblico, privato e giovani cittadini per instaurare nuove relazioni/collaborazioni sociali e migliorare la fruizione delle aree verdi urbane.

Tema

I giardini condivisi sono aree verdi, per lo più di proprietà pubblica, che vedono coinvolti i cittadini nella progettazione e/o gestione delle stesse con lo scopo comune di rendere migliore e più vivibile il proprio quartiere. Luoghi di vita all’aperto, spazi conviviali e formativi, che favoriscono l’incontro tra generazioni e culture diverse.

Metodologia

Un Urban Living Lab è un laboratorio vivente per ideare, condividere e validare nuove soluzioni e servizi in ambito urbano. Tutte le innovazioni, di tipo tecnologico o sociale, sono co-create in contesti di vita reale con il coinvolgimento attivo dei cittadini, utenti finali.

Iniziativa co-finanziata dalla Presidenza del Consiglio dei Ministri
Dipartimento alla Gioventù e al Servizio Sociale Nazionale